CONTATTAMI

mercoledì 23 aprile 2014

AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI LAVORO

5  SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE AL MEGLIO UN COLLOQUIO DI LAVORO




In questo nuovo post non ti parlerò delle classiche domande da colloquio 
(" mi parli di lei ", " dove si vede tra 5 anni ", " che apporto potrà dare alla nostra azienda " etc…) che trovi a bizzeffe sul web e che, comunque, ti consiglio di dare uno sguardo.

Sulla base della mia esperienza, oggi voglio darti dei suggerimenti personali su come affrontare al meglio un colloquio sentendoti " bene dentro, bene con te stesso" poiché, al di là  di come meglio rispondere, della postura da tenere, di come argomentare etc…, penso sia molto importante non trascurare alcune  parole chiave:


1. CURIOSITA'

Conosci l’azienda presso la quale andrai a fare il colloquio, informati. 

Sii curioso non tanto perché temi domande che ti si potrebbero ritorcere contro, quanto perché  potrebbe essere il tuo futuro posto di lavoro; deve piacerti!


2. SINCERITA'

Sii te stesso, non costruire un'immagine falsa della tua persona.

La sincerità vince sempre nella vita e soprattutto in un colloquio di lavoro dove hai poco tempo per farti conoscere.  Se inizi a mentire prima o poi compirai un "passo falso" davanti ad un attento recruiter; sarà una tua sconfitta!


3. SPONTANEITA'

Tecnico ma non troppo, sii spontaneo.

La spontaneità paga sempre; se usi troppi tecnicismi e "frasi standard da colloquio" rischi  di sembrare uguale a tutti quelli che ti hanno preceduto; dai un tocco di originalità al tuo colloquio!


4. APPROCCIO

Rompi il ghiaccio, non essere “ingessato”.

Ricorda che non appena romperai le barriere che ostacolano la comunicazione, la tua conversazione diventerà piacevole, sincera e spontanea; inizia subito! 


5. NATURALEZZA

Indossa ciò che ti fa sentire a tuo agio.

Ognuno di noi ha degli abiti che lo fanno stare bene, con i quali da il meglio di sè in situazioni importanti ( abito con cravatta o senza, tailleur o gonna elegante etc...), 
non pensare a come possano vederti gli altri; se ti sentirai a tuo agio, renderai al massimo delle tue potenzialità!


Un ultimo suggerimento: ricorda che non sarà solamente l’azienda a scegliere te ma  anche tu a sceglierla, sii quindi esigente in maniera costruttiva e non esitare a chiedere!




Spero che questo mio post di oggi vi sia stato utile; come al solito vi esorto a commentare, scrivermi o mandare una mail per chiedermi qualunque cosa che vi passi per la testa :)



Un Caro Saluto

Salvatore Scribano.




1 commento:

  1. A tal proposito posto una frase celebre, valida sia per chi domanda che per chi offre lavoro…enjoy!!!
    "L'obiettivo primario da perseguire nella gestione dell'azienda è il benessere delle persone coinvolte. Se le persone non sono felici e se non è possibile renderle felici, l'azienda non merita di esistere…" ( Ishikawa, padre fondatore del Company Wide Quality Control)

    RispondiElimina

Google+ Followers

Follow by Email